clicca sulla copertina per entrare nel mondo dei miei libri


venerdì 30 dicembre 2011

Bye-Bye 2011!

Dunque! Anche se si sta concludendo DA SCHIFO, tra influenza e casini lavorativi, il 2011 è stato forse uno degli anni più belli della mia vita. Un anno di grandi passioni, grandi soddisfazioni lavorative e bellissime nuove amicizie. Per celebrare al meglio l’anno che è stato – con l’auspicio che il 2012 non si da meno! – ho deciso di servirmi dell’alfabeto: per ogni lettera (o quasi) un pensierino sul 2011. 
E poi ovviamente faccio i miei migliori auguri a tutti quelli che passano di qua, quelli che mi leggono regolarmente, quelli che passano una volta per non tornare più e anche quelli a cui sto antipatica… 
Una cosa che ho imparato fin da bambina è che non si può piacere a tutti, soprattutto se si ha personalità. E personalmente non cerco l’approvazione di nessuno, mai, io sono ciò che sono, e il regalo più grande (parafrasando Tiziano Ferro!) è piacere così come sono, pregi e difetti in un unico pacchetto.
Nel 2011 siate sempre voi stessi, non tradite i vostri valori e i sogni coltivati fin da bambini, e sono sicura che la vota vi sorriderà !

A come… Amici! 
Tanti, anzi, tantissimi. Accanto agli amici di sempre, quest’anno mi ha “regalato” Floriana, Miriam, Gloria, Valentino, Annamaria, Jessica, Giuliana, Gabriele, Andrea, Federico e Silvia… persone stupende, VERE e buone. Perché gli amici sono indispensabili… a patto che siano veri amici, ovviamente! Oggi nella mia vita non c’è più una sola persona falsa, e anche questo è un grande traguardo.

B come… Baci! 
Tanti dati, tantissimi ricevuti… baci lievi o profondi, di passione o di amicizia. I baci “veri”, però, solo a due persone…

mercoledì 28 dicembre 2011

"Avevano spento anche la luna" - Ruta Sepetys


Avevano spento anche la luna
Sepetys Ruta

Collana: Narratori Moderni
Traduzione: Roberta Scarabelli
Pagine: 304
Prezzo: € 18.60
ISBN: 978881167036-0
Sito dell'editore: Garzanti


Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte, una sola, per cambiare il corso di tutta una vita. Quando arrivano quegli uomini e la costringono ad abbandonare tutto. 
E a ricordarle chi è, chi era, le rimangono soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno del 1941 quando la polizia sovietica irrompe con violenza in casa sua, in Lituania.
Lina, figlia del rettore dell'università, è sulla lista nera, insieme a molti altri scrittori, professori, dottori e alle loro famiglie. 
Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Verrà deportata. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Fino all'arrivo in Siberia, in un campo di lavoro dove tutto è grigio, dove regna il buio, dove il freddo uccide, sussurrando. E dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno.
Ma c'è qualcosa che non possono togliere a Lina. La sua dignità. 
La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia del padre. È l'unico modo, se c'è, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi. 
Lina si batte per la propria vita, decisa a non consegnare la sua paura alle guardie, giurando che, se riuscirà a sopravvivere, onererà per mezzo dell'arte e della scrittura la sua famiglia e le migliaia di famiglie sepolte in Siberia. Ispirato a una storia vera, Avevano spento anche la luna spezza il silenzio su uno dei più terribili genocidi della storia, le deportazioni dai paesi baltici nei gulag staliniani. 

martedì 20 dicembre 2011

"Il segreto della collana di perle" - Jane Corry

IL SEGRETO DELLA COLLANA DI PERLE
Jane Corry
Pagine: 448
ISBN 978-88-541-3205-4
Prezzo: euro 9,90 
Prezzo e-book: euro 4,99





Tre donne, tre artiste, un unico destino

Caroline riceve in eredità una collana di perle, un dono che si tramanda da generazioni tra le donne della sua famiglia.
Decisa a staccare la spina per un po'­, per lasciarsi alle spalle la crisi che sta vivendo con il marito, si rifugia in una casa sul mare. 
Qui, immersa nella pace e nella tranquillità, inizia a fare ricerche per ricostruire la storia delle sue antenate. Grazie ai diari di nonna Rose e alle lettere private di sua madre Helen, Caroline scopre vicende femminili molto diverse tra loro eppure segnate da errori e difficoltà comuni, soprattutto nelle relazioni sentimentali. 
Storie di grandi amori e tradimenti, di sacrifici e infelicità, che si snodano dai primi anni del Novecento, tra le due guerre, fino al passato più vicino a Caroline. Vite legate da un riconoscibile filo rosso, la collana di perle. Riuscirà, Caroline, a sottrarsi a un destino che sembra già segnato? Saga familiare e sentimentale, Il segreto della collana di perle è un romanzo pieno di passione che abbraccia le vite di tre donne fragili e affascinanti, che percorrono un secolo di storia, dall'­inizio del Novecento ai giorni nostri.

Tre vite, tre storie, un unico grande sogno.
Caroline: una donna decisa a cambiare il suo destino.
Rose: il coraggio di una donna visionaria e ribelle.
Helen: una donna forte determinata a non rassegnarsi.

Un romanzo davvero avvincente. Preparatevi a un racconto emozionante e a colpi di scena che sembrano scaturire da una bacchetta magica!

lunedì 19 dicembre 2011

"L'ultima volta che ho visto Parigi" - Lynn Sheene

L’ULTIMA VOLTA CHE HO VISTO PARIGI
Lynn Sheene
Collana: Narrativa
Anno: 2011
Pagine: 368
Prezzo: € 14,00
Prezzo e-book: € 5,00
ISBN: 978-88-6508-079-5
Traduzione di: Nicoletta Brazzelli





Le ultime luci illuminano Parigi, fra poco nulla sarà più come prima, nulla avrà più un senso. Non la musica che aleggia per le strade della città, né l’atmosfera spensierata che la pervade.
Un negozio di fiori sugli Champs Élysées, con la sua eleganza ostinata, resisterà agli stravolgimenti della storia, diventando un crocevia di vite, tradimenti, amori e speranze. 
Ed è qui che una donna in fuga da un passato fitto di misteri si ritroverà a lottare per la propria libertà, e per la prima volta anche per quella di chi le è accanto.

“Lynn Sheene ci regala un’eroina che terrebbe testa anche a Rossella O’Hara.”
The Chicago Herald

“Uno splendido ritratto della Parigi occupata, commovente come pochi.”
Publishers Weekly

“Un romanzo che ci ricorda le atmosfere e la suspense di Casablanca.”
Katherine Neville

“Lo stile eccellente dell’autrice e la trama memorabile 
fanno di questo romanzo una vera perla.”
Kirkus Reviews

venerdì 16 dicembre 2011

TimeCRIME, sorprendente novità Fanucci!

TimeCrime arriva nelle librerie agli inizi di gennaio. 
Nuovo marchio editoriale nato come una costola della più grande e già affermata casa editrice romana, Fanucci Editore, è rivolto ai lettori che amano il thriller in tutte le sue forme, dallo storico allo psicologico, dal noir alla spy-story, dal suspence al mystery, dal poliziesco alla detective-story, dal giallo all’hard-boiled.
Il nuovo marchio si pone come obiettivo quello di pubblicare trenta novità all’anno e di conquistare una quota di mercato rilevante già nel 2012.  
Ancora una volta il gruppo Fanucci, utilizzando un’esperienza di oltre vent’anni e una crescita di ben trenta volte dal suo inizio (1990), si conferma capace di raccogliere una sfida importante, entrando in un mercato ben consolidato come quello dei romanzi di suspence ed evasione, con la ferma convinzione che ci sia ancora spazio per una realtà indipendente, innovativa, snella e attenta ad offrire ai propri lettori prodotti curati nelle traduzioni, nell’editing e nell’estetica e con un occhio attento al prezzo di copertina. 
Infatti l’edizione TC sarà rilegata con sovracoperta al prezzo di soli euro 7,70!

I primi tre titoli della collana TimeCrime che troveremo in libreria dai primi di gennaio sono...

lunedì 12 dicembre 2011

"Downton Abbey" (Gran Bretagna, 2010)

Ieri sera, su Rete4, è andata in onda la prima puntata della serie televisiva Downton Abbey, interpretata da Penelope Wilton, Dan Stevens, Maggie Smith, Hugh Bonneville, Jessica Brown-Findlay, Laura Carmichael, Jim Carter, Michelle Dockery e prodotta in Gran Bretagna (in patria va in onda dal 26 novembre del 2010, per ora sono state registrate le prime due stagioni). Si tratta di una serie TV a colori piuttosto particolare, drammatica e al tempo stesso ironica, dall’aurea lievemente snob. 
Creata da Julian Fellowes, attore, sceneggiatore e regista – nel 2002 ha vinto l'Oscar per la miglior sceneggiatura con il film Gosford Park –, Downton Abbey è ambientata nell’omonima dimora della famiglia Crawley e della sua numerosa servitù, le cui vicende si intrecciano tra amori, drammi, gioie e difficoltà. 
La serie è ambientata durante il regno di Giorgio V e la prima puntata prende il via all’indomani dell’affondamento del Titanic, nel 1912, due anni prima che Europa venga sconvolta dalla Grande Guerra.
Downton Abbey è una splendida, enorme dimora con un prato altrettanto vasto e curato e una schiera di servitori solerti e pettegoli, alcuni dei quali tramano alle spalle dei padroni; la vita del conte e della contessa di Grantham e delle loro tre figlie scorre placida e sempre uguale, come se niente potesse scalfirla. 

mercoledì 7 dicembre 2011

Super Anteprima: "Il mistero dei libri perduti"

Miriam Mastrovito
Titolo: Il mistero dei libri perduti
Pagine: 272
Formato: Brossura
Dimensioni: 14 x 21
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo: 17,00
ISBN: 978-88-95381-38-1



Tea Leoni è una giovane scrittrice. Sogna di pubblicare il suo romanzo senza scendere a compromessi con editori spregiudicati e attenti solo a chiedere l’inevitabile obolo anche agli autori più promettenti.
Un giorno Tea ottiene un colloquio presso la sede centrale della Wizard Edizioni. I corridoi di quel vecchio edificio sembrano condurre lungo una casa degli orrori, le statue di pietra scrutano con occhi terrificanti, lo stesso editore ha un aspetto sinistro e modi poco rassicuranti.
Tea è sul punto di scappare, quando una figura indistinguibile sbuca dal nulla e le sottrae il manoscritto. La ragazza insegue il ladro nei sotterranei della Wizard e perde conoscenza.
Si risveglierà così a Büchenland, un regno parallelo in cui vive una comunità di Troll. Ora il varco che collega i due mondi rischia di chiudersi definitivamente proprio a causa di una presenza umana. 
Solo liberare la regina Wakanda dal nefasto Morten potrebbe rompere tutti gli strani incantesimi di quel regno.
Nel meraviglioso universo di Büchenland, Miriam Mastrovito riconsegna ai libri un’aura magica.

martedì 6 dicembre 2011

"Per fortuna mi hai tradito" - Ildikó von Kürthy

Ildikó von Kürthy
Per fortuna mi hai tradito!
Editore: Sonzogno
Genere: Chick-lit
pp. 288, 1° ed.
Euro: 18.00
Isbn: 978-88-454-2495-3




"Ho appena compiuto 40 anni, ma c'è di peggio. 
Ho scoperto la verità sul mio matrimonio: Marcus - il mio fedele, mite adorato marito - mi tradisce. Forse è la fine. 
Oppure è l'inizio?"

Dopo un istante di smarrimento, Vera, anziché separarsi dall'uomo della sua vita, decide di fargli il dispetto più grande: provare a riconquistarlo. Si dà quattro settimane di tempo per diventare la donna che non si può tradire. Si iscrive a un corso su "come essere più belle da nude", comincia a uscire con uomini che le offrono champagne, torna a casa all'alba con vuoti di memoria. La guidano, nella sua rinascita, le parole di zia Helga: «La ricetta del mio matrimonio felice? Sono stata sempre innamorata. ma non di mio marito, naturalmente.» 
Vera impara così che per una donna che vuole essere desiderabile non c'è niente di meglio della sfrontatezza: altro che la vecchia buona reputazione, strada sicura per intristirsi. 
Il guaio è che, alla fine, Vera sembra essere riuscita fin troppo bene nel proprio intento: è diventata una irresistibile femme fatale che cattura qualunque maschio incroci il suo sguardo. 
Ma una donna così può accontentarsi di riconquistare il marito? Un nuovo romanzo capace di divertire e, allo stesso tempo, provocare sui temi della seduzione e della femminilità.

domenica 4 dicembre 2011

"La cucina degli ingredienti magici" - J. McHenry

LA CUCINA DEGLI INGREDIENTI MAGICI
Jael McHenry
Traduzione di Elisabetta De Medio
Pagg. 280
16.60
Genere: Narrativa
Collana: Romance
In libreria dal: 17 Novembre 2011





Dopo l’improvvisa scomparsa dei genitori, Ginny, una ventiseienne riservatissima e patologicamente timida, abituata a vivere in un suo mondo protetto fra le pareti domestiche, cerca consolazione nella cucina di casa e fra le ricette di famiglia. 
Da sempre cucinare è per lei una scappatoia quando non riesce a reggere l’angoscia, ma questa volta il profumo corposo e piccante della zuppa della nonna fa apparire in cucina un ospite inatteso: il fantasma della nonna stessa, morta vent’anni prima, che le sussurra una frase sibillina: «Non permetterglielo!» prima di scomparire. 
Copertina originale
Un ammonimento che la mette in allarme...
Che cosa non deve permettere? E a chi? Forse alla sorella Amanda, che abituata a organizzare tutto, a partire dalla vita delle figlie e del marito, nonché della problematica Ginny, ha deciso di vendere la casa in cui hanno vissuto i genitori fino a quel momento? 
Vedendo sconvolto il suo rassicurante quotidiano, svuotato della presenza dei genitori e pieno degli oggetti che li identificavano e che sono rimasti lì a ricordarglieli, Ginny incomincia a prendere coscienza di sé e dei suoi rapporti con le cose e le persone (poche) che la frequentano, a partire dalla sorella. In questa quasi involontaria ricerca scopre dei segreti sepolti negli angoli più remoti: una lettera della madre nascosta nel camino della camera da letto, fotografie del padre con una donna di cui lei ignora l’identità. 
Via via più desiderosa di conoscere la verità, pensa di trovarla nelle parole dei suoi cari richiamandone i fantasmi attraverso le ricette da loro ereditate...

venerdì 25 novembre 2011

"Il tribunale delle anime" - Donato Carrisi

IL TRIBUNALE DELLE ANIME
Donato Carrisi
Genere: Thriller
Collana: La Gaja scienza
Pagine: 464
Prezzo: € 18.60
In libreria dal: 1 Settembre 2011




Roma è battuta da una pioggia incessante. 
In un antico caffè, vicino a piazza Navona, due uomini esaminano lo stesso dossier. Una ragazza è scomparsa. Forse è stata rapita, ma se è ancora viva non le resta molto tempo. 
Uno dei due uomini, Clemente, è la guida. L’altro, Marcus, è un cacciatore del buio, addestrato a riconoscere le anomalie, a scovare il male e a svelarne il volto nascosto. Perché c’è un particolare che rende il caso della ragazza scomparsa diverso da ogni altro. 
Per questo solo lui può salvarla. Ma, sfi orandosi la cicatrice sulla tempia, Marcus è tormentato dai dubbi. Come può riuscire nell’impresa a pochi mesi dall’incidente che gli ha fatto perdere la memoria? Anomalie. Dettagli. Sandra è addestrata a riconoscere i dettagli fuori posto, perché sa che è in essi che si annida la morte. Sandra è una foto rilevatrice della Scientifi ca e il suo lavoro è fotografare i luoghi in cui è avvenuto un fatto di sangue. Il suo sguardo, fi ltrato dall’obiettivo, è quello di chi è a caccia di indizi. E di un colpevole. Ma c’è un dettaglio fuori posto anche nella sua vita personale. E la ossessiona. 
Quando le strade di Marcus e di Sandra si incrociano, portano allo scoperto un mondo segreto e terribile, nascosto nelle pieghe oscure di Roma. Un mondo che risponde a un disegno superiore, tanto perfetto quanto malvagio...

martedì 22 novembre 2011

"Sono nel tuo sogno" - Isabel Abedi

SONO NEL TUO SOGNO
Autore: Isabel Abedi
Traduzione di: Alessandra Petrelli
Pagg. 448
17.60
Genere: Narrativa
Collana: Narratori Corbaccio
In libreria dal: 22 Settembre 2011



Aveva sentito come una lacrima, una lacrima insopprimibile, come se qualcuno le avesse strappato un capello con una pinzetta. 
Quel che resta a Rebecca, sedici anni, mamma ad Amburgo e papà a Los Angeles, è una strana sensazione di vuoto e di paura. Ma poi incontra Lucian, bello e misterioso: un ragazzo senza un passato, uno che non sa chi è nè ricorda da dove viene e che dà a Rebecca la rassicurante impressione di non essere più sola. 
Non si allontana mai da Rebecca, Lucian, il ragazzo del mistero, senza passato e senza ricordi. Rebecca è il suo unico punto fermo. 
La sogna tutte le notti. E anche Rebecca prova per lui un' attrazione che non riesce a spiegarsi. Ed entrambi cercano disperatamente di stare vicini. Ma prima che riescano a svelare il mistero che li avvolge, vengono bruscamente separati. 
Con conseguenze terribili per entrambi. Perchè ciò che li unisce è molto più dell' amore.

Il suo sguardo si fece triste e la sua espressione si fece più vulnerabile che mai. 
Copertina Originale
Era come se si trovasse su una lastra di ghiaccio fragilissima, come se fra di noi si estendesse un mare gelato e io mi trovassi sulla sponda opposta rispetto alla sua. 
E improvvisamente lo sentii, sentii il suo desiderio di raggiungermi sulla sponda dove mi trovavo, e avvertii la paura che il ghiaccio sottilissimo si rompesse facendolo precipitare nell’abbraccio del freddo mortale. So che sembra folle, ma io sentivo esattamente quel che lui provava. Solo i suoi pensieri mi restavano nascosti.  Fissava la mia mano appoggiata aperta sulla gamba. Era come se cercasse la risposta nel palmo della mia mano. «Io non lo so» mi disse con voce piatta. «Io non so chi sono.»

giovedì 17 novembre 2011

"La cucina degli ingredienti magici" - J. McHenry

La cucina degli ingredienti magici
Traduzione di Elisabetta De Medio
Pagg. 280
16.60
Genere: Narrativa
Collana: Romance
In libreria dal: 17 Novembre 2011






Dopo l’improvvisa scomparsa dei genitori, Ginny, una ventiseienne riservatissima e patologicamente timida, abituata a vivere in un suo mondo protetto fra le pareti domestiche, cerca consolazione nella cucina di casa e fra le ricette di famiglia. 
Da sempre cucinare è per lei una scappatoia quando non riesce a reggere l’angoscia, ma questa volta il profumo corposo e piccante della zuppa della nonna fa apparire in cucina un ospite inatteso: il fantasma della nonna stessa, morta vent’anni prima, che le sussurra una frase sibillina: «Non permetterglielo!» prima di scomparire. 
Un ammonimento che la mette in allarme...
Che cosa non deve permettere? E a chi? Forse alla sorella Amanda, che abituata a organizzare tutto, a partire dalla vita delle figlie e del marito, nonché della problematica Ginny, ha deciso di vendere la casa in cui hanno vissuto i genitori fino a quel momento? 
Vedendo sconvolto il suo rassicurante quotidiano, svuotato della presenza dei genitori e pieno degli oggetti che li identificavano e che sono rimasti lì a ricordarglieli, Ginny incomincia a prendere coscienza di sé e dei suoi rapporti con le cose e le persone (poche) che la frequentano, a partire dalla sorella.

domenica 13 novembre 2011

"Qualcosa di simile" - Francesca Scotti

Più che un risvolto di copertina, questa breve nota vuole essere un’avvertenza ai lettori: se siete in cerca della pura evasione, di un blando intrattenimento – o, più semplicemente –, se siete deboli di stomaco, riponete questo libro e cercate altrove. 
Non che qui trovereste esplosioni di violenza, o schizzi di sangue; anzi, per certi versi le pagine di questa raccolta risplendono di un perfetto nitore, una prosa pulita e sorvegliata che evoca alla mente il supremo controllo stilistico delle grandi regine del genere, come Yoko Ogawa, Shirley Jackson e Alice Munro. 
Ma i dieci racconti qui riuniti – racconti che sono attraversati, come da tanti piani di sezione, da una serie di temi tra loro speculari: la musica e il suo complemento, il genio; l’arte culinaria e la sua ombra, il digiuno; il Giappone come luogo ideale, terra di epifanie – posseggono senza dubbio un tratto comune, ovvero una disarmante intensità, una straordinaria forza emotiva. Siete dunque avvisati. 
Privi di un titolo, contrassegnati soltanto da un numero come i capitoli di un’unica, composita visione, questi racconti vi cattureranno e vi faranno emozionare, incalzandovi, per poi arretrare davanti ai vostri occhi, e riaffiorare in seguito nel ricordo. 
Sì, qualcosa di simile è uno di quegli oggetti – come lo Zahir di cui scriveva Borges, o la «scatola dei sogni» che compare in Mulholland Drive – che di rado si incontrano nella vita di tutti i giorni, e che vi costringeranno a calarvi in un abisso ancora inesplorato, dal quale, per forza di cose, emergerete diversi.

"I giorni dei giovani leoni" - Gino Pitaro

Mario, un giovane calabrese studente universitario in architettura, è il classico “fuori sede” a Bologna, che nel suo caso aspira a cambiare corso di laurea e a iscriversi al DAMS, la facoltà “underground” di arte, musica e spettacolo. 
La sua vita trascorre tra università, lavoro al call center e amici conosciuti prevalentemente all’ateneo.
L’esistenza di Mario è costellata di piccoli e grandi avvenimenti che formano il variegato mosaico della sua vita. 
Incontri ora illuminanti o speciali, circostanze avventurose e drammi determineranno nuove tappe del destino. Su tutto lo spettro delle corse clandestine in auto e di altri mali giovanili.
Una buona stella può illuminare la vita degli uomini? Forse un disegno tanto più preciso quanto imperscrutabile pervade il vissuto di ognuno.
La storia si svolge in un momento imprecisato eppure attuale, collocabile tra il decennio appena trascorso e gli anni dell’ultimo berlusconismo. 
Le vicende mettono in luce con ironia e acume la realtà dell’università e l’unico lavoro dove ci sia una relativa abbondanza di offerta, ovvero quello dei call center, entrambi veri simboli della realtà giovanile di oggi.
Il giovane studente universitario ha come amici Miriam, Kevin, Francesca, Davide, Marco e Ivan, questi ultimi due sono fratelli. La vita di ciascuno potrebbe in qualche modo rivelarsi la chiave di volta delle esistenze di tutti, lo specchio che rivela a se stessi e agli altri. 
Gli incontri non sono mai causali, e ogni conoscenza è un frammento del nostro destino. E poi soprattutto chi sono realmente questi amici? Qual è il segreto che porta ognuno di loro, l’intima essenza della loro identità? Il dipanarsi degli eventi svelerà in modo nuovo ognuno a se stesso e agli altri.

Un nuovo, interessantissimo concorso letterario!

CASALINGHE DISPERATE… MA NON TROPPO!

·       La casa editrice ALBUSedizioni (www.albusedizioni.it), in collaborazione con il sito Chiara’s Angels (www.chiarasangels.net), bandisce una selezione letteraria rivolta alle donne, per racconti brevi da pubblicare nella collana Narrando.

·       Il tema dei racconti proposti dovrà essere la vita quotidiana vista con gli occhi di una donna, nei suoi aspetti legati al ruolo di casalinga, di madre (o di sorella, figlia), di moglie, di lavoratrice.

·       Requisito fondamentale è l’umorismo: le avventure e le disavventure di ogni giorno dovranno essere descritte con uno sguardo ironico (nel caso di racconti autobiografici, autoironico), per sorridere degli imprevisti della quotidianità.

·       I racconti (inediti o di cui comunque si detengono i diritti d'autore) lunghi al massimo 2 cartelle da 1800 battute circa, dovranno essere inviati per posta elettronica, entro il 31/12/2011, all’indirizzo concorsi@albusedizioni.it, con l’oggetto: “Casalinghe disperate”.

·       I migliori testi ricevuti saranno selezionati e pubblicati gratuitamente, senza alcun obbligo d’acquisto per gli autori scelti. Non è dovuta alcuna tassa di lettura.

·       Con l’invio dell’opera ogni autore ne autorizza preventivamente la pubblicazione in volume, restando comunque proprietario di tutti i diritti della stessa.

Info: 339.2740860 – info@albusedizioni.it

venerdì 11 novembre 2011

VIDEO-Recensione "Cuore Nero"

Oggi, sul canale YouTube dedicato agli amanti della lettura Creature della Notte, ho inaugurato la mia rubrica mensile intitolata Scelti per lei (il meglio della letteratura al femminile).
Ogni mese recensirò un romanzo diverso: tutti, come dice il titolo, saranno in qualche modo scelti e dedicato alle donne... 
Il primo appuntamento è dedicato allo splendido romanzo "Cuore Nero" di Amabile Giusti!
Sono stra-felice di questo nuovo progetto! Mi raccomando, seguitemi 


martedì 8 novembre 2011

Categorie di uomini a letto :-)

*Il post non è mio, l'ho preso da un vecchio giornale trovato mentre mettevo ordine. Porta la firma di Anna Capelli... lo riporto perché mi sembra molto divertente :-)

Gli Indisponibili
Ovvero, quelli che non lo fanno proprio. Li corteggi, li insegui, li placchi in un angolo, arrivi a baciarli in bocca e, zac, ti fanno il grande rifiuto. Depressi, stressati, disinteressati all’argomento, terrorizzati dalle femmine, casti per scelta spirituale, gay impliciti o dichiarati. Il campionario è vasto e in crescita allarmante. Da fuggire come la peste, per non cominciare a chiedersi: “Cos’ho che non va?”.

Gli indisponenti
Lui proprio non è portato per la materia: maldestro quando ti accarezza, molesto quando ti tocca, ha la rara capacità di innervosirti invece di metterti a tuo agio. 
Ti schiaccia il torace con i suoi novanta chili, ti fa venire il crampo alla coscia, ti tira involontariamente i capelli, sbaglia i modi, i tempi, i ritmi. Un disastro totale. L’unica è fingere un piacere conclusivo.
Riprovevole? Vedi tu: se non fingi, quello va avanti a stropicciarti inutilmente per altre due ore.

I radiofonici
Adora il sesso parlato. Per cui ti fa la telecronaca in diretta di ciò che sta facendo e sta per farti. Inutile dirgli che quello che sta facendo lo capisci da te, e che ti piacerebbe scoprire da sola quello che ti farà.

I passivi
“Mi piacciono le donne che prendono l’iniziativa”. Ahi ahi. 
Razza pigrona. Preparati alle olimpiadi, a correre su e giù per il letto, saltare, battere record, intanto che lui si fa coccolare, steso come una Maia desnuda. Di solito, dopo, ti dice: “Già che ci sei, mi porti un panino al prosciutto?”

lunedì 7 novembre 2011

"Grida per me" - Karen rose

Grida per me
Autore: Karen Rose
Collana: Narrativa
Anno: 2011
Pagine: 576
Prezzo: € 10,00
Prezzo E-Book: € 5,00
ISBN: 978-88-6508-076-4
Traduttore: Arianna Gasbarro
Voto: *****


Dopo tredici anni il terrore è tornato a Dutton. 
E l’assassino conosce bene i crimini commessi in passato, infatti elimina le proprie vittime seguendo il rituale del serial killer che lo ha preceduto, e lo fa con una precisione tanto stupefacente da far pensare a un disegno di morte che viene da lontano. 
Anche l’agente speciale Daniel Vartanian è tornato, dopo aver contribuito all’uccisione del fratello Simon, reo di aver commesso una serie di omicidi. E ora deve risolvere un caso che si intreccia pericolosamente con la storia che pensava di aver sepolto per sempre. La ricerca lo spingerà non solo a sondare la mente di un assassino spietato, ma anche al fianco di Alex Fallon, un’infermiera dal passato travagliato quanto il suo. Più i due si avvicineranno, più comprenderanno che la donna è l’ultima vittima designata di una trappola mortale, dalla quale dovranno sottrarsi prima che sia troppo tardi. 
Ancora una volta Karen Rose colpisce per la straordinaria capacità di ricreare un intreccio di sicuro effetto, con una maestria riservata solo ai grandi nomi del genere.

 
Karen Rose
Vartanian Series
   1. Muori per me, 2010 (Die for me, 2007)
   2. Grida per me, 2011 (Scream for me, 2008)
   3. Inedito in Italia (Kill for me, 2009)


mercoledì 2 novembre 2011

"L'osservatore" - Franck Thilliez

Titolo: L'osservatore
Autore: Franck Thilliez
Editore: Nord
Pagine: 426
Traduzione di: Mara Dompè
Prezzo: 18,60 €
Pubblicazione: Settembre 2011
Voto: *****





Ludovic ancora non riesce a credere alla propria fortuna: decine di vecchie pellicole, alcune risalenti all’epoca del muto, comprate per una manciata di euro. Emozionato, si precipita nella sua saletta di proiezione e fa partire una bobina senza etichetta: e se fosse il capolavoro perduto di un grande regista? 
Invece sullo schermo compaiono una macchia nerastra e, in alto a destra, un cerchio bianco. Poi inizia il film. 
Dopo alcuni istanti, Ludovic si alza, fa qualche passo, inciampa, cade a terra. Non ci vede più. È diventato cieco.
Nel cuore della notte, Lucie Henebelle riceve la telefonata di un uomo che non sente da anni: è il suo ex fidanzato Ludovic che, disperato, ha chiamato un numero a caso della rubrica. 
Lucie si precipita da lui per accompagnarlo in ospedale poi, assecondando il suo istinto di poliziotta, decide d’indagare sull’accaduto e, per prima cosa, fa analizzare il film «maledetto» a un esperto, scoprendo che è pieno di violentissime immagini subliminali. 
Dopo pochi giorni, però, l’uomo viene barbaramente ucciso: l’assassino gli ha tagliato le mani, cavato gli occhi e messo in bocca il biglietto da visita di Lucie...
Nel frattempo, nel Nord della Francia, il commissario Franck Sharko è alle prese con una serie di orribili delitti: in un cantiere, sono stati ritrovati ben cinque cadaveri, con le mani tagliate e senza occhi. 
Un modus operandi che, secondo l’Interpol, è identico a quello di alcuni omicidi avvenuti al Cairo sedici anni prima. Ma è anche identico a quello del caso di cui si sta occupando Lucie...